Sono 35 i morti e 25 i feriti nell’attacco sferrato da un gruppo di uomini armati a un autobus su cui viaggiavano dei cristiani copti, che dalla città di Beni Suef si stavano dirigendo a Minya, nell’ovest dell’Egitto.

Ad attaccare il bus è stato un commando di dieci uomini che indossava divise militari. Gli assalitori hanno bloccato il bus, sono saliti a bordo e hanno iniziato a sparare mentre uno di loro filmava il massacro, ha poi raccontato un testimone su Twitter.

Il video è stato postato su facebook.

In aprile, nel giorno della domenica delle palme, un doppio attacco a due chiese copte, rivendicato dall’Isis, aveva provocato una trentina di vittime e decine di feriti. L’attentato contro i cristiano-copti a Minya in Egitto “e’ inaccettabile”, ha detto Ahmed Al Tayyeb il grande imam di Al Azhar, la celebre università musulmana sunnita del Cairo. “Ogni musulmano e ogni cristiano lo condanna”, ha precisato. Parlando all’emittente Nile Tv, Tayyeb ha poi aggiunto che “tale atto mira a danneggiare la stabilità dell’Egitto”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here