tasse
tasse

Con il passaggio da Equitalia all’Agenzia delle Entrate, non sono cambiate le regole della riscossione nei confronti di chi non paga le tasse. Chi ha quindi cartelle esattoriali in arretrato, deve fare attenzione, sapendo comunque che ci sono alcune cose che non possono essere pignorate dal Fisco. Fuori pericolo (almeno in parte) va considerato ad esempio lo stipendio, che può essere ridotto mensilmente soltanto di un quinto in caso di debiti erariali da saldare. Gli altri sono la casa, la pensione, i beni di famiglia, l’auto (se serve per lavoro), le polizze vita, il conto corrente e la casa cointestati. Vediamo cosa in dettaglio il fisco non potrà mai pignorare:

  • la casa, se è l’unico immobile di proprietà ed ivi c’è la residenza; la casa non deve essere accatastata nella catergoria di lusso;
  • nessuna ipoteca se il debito è sotto i 20.000 euro; nessun pignoramento con un debito inferiore ai 120.000 euro;
  • non si può pignorare oltre un quinto dello stipendio;
  • non si possono toccare i risparmi sotto 1.344,21 euro;
  • della pensione, si può prendere massimo un quinto;
  • va comunque garantito il minimo vitale di 672,10 euro;
  • nessun creditore può pignorare le polizze vita;
  • all’imprenditore o professionista l’auto non si tocca.

Speriamo, con questo vademecum, di aver dipanato qualche dubbio in merito. A proposito, le tasse vanno pagate da tutti, mi raccomando!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here