Ettore Rosato
Ettore Rosato

MILANO – “Leggo ricostruzioni assurde sul PD che vuole utilizzare la questione voucher per mettere in difficoltà Gentiloni”, ha spiegato il capogruppo dem Ettore Rosato. “Noi difendiamo il nostro premier e abbiamo sempre concordato la linea da seguire. Siamo pronti tuttavia a ritirarlo se questo è il volere del Governo. Non cerchiamo nessun incidente parlamentare avendo sempre parlato il linguaggio della chiarezza. Adesso aspettiamo indicazioni da Palazzo Chigi”.

Il Pd, dunque, è pronto a fare un passo indietro sui voucher, ritirando l’emendamento che avrebbe colmato il vuoto lasciato dall’abolizione dei buoni lavoro.

Anche il presidente del Consiglio, in realà, aveva espresso do concordare con il Pd sulla questione.  Palazzo Chigi – aveva spiegato una nota – smentisce “i fantasiosi retroscena apparsi oggi su un quotidiano e ogni riferimento a dubbi del Presidente del Consiglio circa la proposta di buoni lavoro per le prestazioni occasionali delle famiglie e delle imprese. Si tratta di strumenti indispensabili per evitare che tali prestazioni si svolgano in nero. Non è certo la reintroduzione dei voucher che il governo aveva abrogato. E’ diverso lo strumento, è del tutto diversa la platea”.

Attorno alla reintroduzione di una forma alternativa di buoni per il lavoro occasionale era scoppiato ieri un caso per il governo. Prima con l’annuncio da parte di Mdp di non voler votare con la maggioranza qualora fossero stati reintrodotti i voucher in forma diversa. Poi – secondo quanto ricostruito da Repubblica – la tensione si sarebbe spostata tra il presidente del Consiglio e il Pd. Con il primo che avrebbe espresso riserve sulla reintroduzione di una nuova tipologia di buoni e i renziani intenzionati invece ad andare fino in fondo, allo scopo proprio di mettere in difficoltà l’attuale premier.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here